Skip to content Skip to footer

San Miniato – Tartufo Tutto l’anno

MOSTRA MERCATO TARTUFO MARZUOLO DI CIGOLI

Marzo è tempo di Marzuolo, il Tartufo Bianco che cresce in inverno e che si può trovare in questi mesi nelle colline sanminiatesi. Per celebrare questo prodotto della terra, a Cigoli, si festeggia da 22 anni la Mostra Mercato del Tartufo Marzuolo, organizzata dall’associazione Giuseppe Gori nel circolo ARCI. Questo tartufo invernale-primaverile, si raccoglie dal 10 gennaio al 30 aprile (Marzuolo prende appunto il nome dal mese di marzo). La sua forma e colore sono simili al bianco pregiato dell’autunno-inverno, però è più piccolo. Per i tartufai è un tartufo interessantissimo, perché è il primo a cui ci si rivolge per l’addestramento dei cani, visto che crescono in grandi gruppi e più in superficie i cani, per questi motivi, si addestrano partendo col marzuolo.

 

MOSTRA MERCATO E RASSEGNA ENOGASTRONOMICA TARTUFO NERO

La prima Mostra Mercato del Tartufo Nero è promossa e organizzata da Fondazione San Miniato Promozione, patrocinata dal Comune di San Miniato e con la collaborazione di Pro Loco, CCN San Miniato, Terre di Pisa, Fondazione CRSM, Moti Carbonari, Condotta Slow Food, Vignaioli di San Miniato, Associazione Tartufai delle Colline Sanminiatesi, Crédit Agricole e Mercati della Terra.

Nell’occasione è stata presentato anche “Nero d’estate”,  la Prima Rassegna Enogastronomica del Tartufo Nero di San Miniato, che vede l’adesione di 17 ristoratori sanminiatesi, i quali hanno assunto l’impegno di proporre – secondo una scaletta già stabilita – un menù ogni giovedì con tartufo nero e vino locale. La rassegna partirà da giovedì 9 giugno e terminerà giovedì 25 agosto, quindi attraverserà tutta l’estate.

 

 

MOSTRA MERCATO NAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO DELLE COLLINE SANMINIATESI

L’appuntamento più significativo per la promozione turistica, culturale ed enogastronomica del territorio di San Miniato. Anticipata dalle sagre che coprono tutto il periodo della raccolta (10 settembre) a festeggiare ci sono i paesi di La Serra, Corazzano, Balconevisi, ai quali si sono aggiunti Ponte a Egola e San Miniato Basso. Con oltre mezzo secolo di tradizione, la cultura del tartufo bianco è parte della comunità così come della gastronomia. In questo periodo i ristoranti in tutto il territorio offrono la possibilità di assaggiare questo prodotto della terra, rielaborato da Chef ma anche in semplici piatti della tradizione, come l’uovo o tagliolino con il tartufo.

Leave a Comment

Iscriviti alla Newsletter

Se vuoi rimanere aggiornato iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi